Newsroom

Economia: Il Segretario Generale dell'OCSE raccomanda all'Italia di proseguire con le riforme

 

24/09/2012 - L'Italia ha fatto enormi sforzi per accelerare le riforme economiche che dovevano essere attuate da lungo tempo, ma è oggi essenziale proseguire su questa via, ha affermato oggi il Segretario Generale dell'OCSE, Angel Gurría.

"Queste riforme sono state coraggiose, ambiziose e di vasta portata", ha dichiarato Gurría in occasione di una conferenza congiunta tra il Governo italiano e l'OCSE tenutasi a Roma. "Tuttavia" -ha aggiunto - " l'attuazione e la continuazione delle riforme e’ fondamentale. Il successo dell'Italia nel raccogliere tali sfide sarà decisivo non solo per gli italiani ma per tutta l'Europa." (leggere il discorso).


Le riforme già approvate dal Governo italiano potrebbero portare ad un aumento del PIL fino allo 4% all’anno nei prossimi 10 anni, secondo l'OCSE. Proseguire nel processo delle riforme permetterebbe di incrementare la crescita ancora di più.

L'analisi dell'OCSE sull'economia italiana presentata alla conferenza rileva la portata della sfida. La crescita modesta, la disoccupazione in aumento e l'elevato livello di debito pubblico sono stati aggravati da una domanda esterna debole e dalla persistente crisi di sfiducia nella zona euro.
 
 

Negli ultimi anni la produttività del lavoro in Italia ha registrato i livelli più bassi tra i paesi OCSE. La modesta produttività del lavoro ha condotto ad aumentare i costi del lavoro per unità di prodotto più rapidamente che in altri paesi, danneggiando la competitività dell'Italia e alimentando il deficit della bilancia dei pagamenti.

Secondo l'OCSE, per migliorare la competitività italiana è necessario intervenire su tre fronti: aumentare la produttività, mantenere un aumento moderato delle retribuzioni per riflettere la produttività e alleggerire il carico fiscale che grava sul lavoro – senza ridurre, però, il gettito fiscale globale.

L'OCSE afferma che l'attuazione rigorosa delle riforme – sul mercato del lavoro dei beni e negli ambiti dell'innovazione, del sistema d'istruzione e dell'efficienza del settore pubblico – è essenziale per migliorare la produttività. Tale rigore non si deve manifestare solo a livello nazionale ma deve essere esteso alle regioni e agli enti locali.

Al fine di allineare le retribuzioni alla produttività in maniera più accurata, l'OCSE raccomanda, tra l'altro, l'introduzione della contrattazione salariale di secondo livello.

L'OCSE accoglie la nuova legislazione del lavoro che, secondo l'organizzazione internazionale, permetterà di affrontare i problemi principali del mercato del lavoro italiano, che sono problemi di lunga data. Le riforme dovrebbero essere attuate rapidamente, ma per favorirle sarebbe necessario introdurre politiche del lavoro mirate.

Inoltre, altre riforme sono necessarie per sostenere i più deboli in modo che possano affrontare le difficoltà della recessione. Particolarmente importanti sono le politiche sociali mirate, e ulteriori investimenti per l'istruzione e le competenze.
 
 

Lo studio dell'OCSE afferma che l'Italia deve continuare sulla strada che condurrà ad un pareggio di bilancio entro il 2013. L'OCSE accoglie la recente spending review destinata a distribuire meglio il peso del consolidamento tagliando la spesa e riducendo le tasse, ma aggiunge che i Ministeri devono mantenere e consolidare questo processo di identificazione delle aree di spesa meno efficienti.

Per  ottenere ulteriori informazioni, i giornalisti sono invitati a contattare la Divisione Media dell'OCSE (news.contact@oecd.org; tel: + 33 1 4524 9700).

 

 

 

Also Available

Countries list

  • Afghanistan
  • Albania
  • Algeria
  • Andorra
  • Angola
  • Anguilla
  • Antigua and Barbuda
  • Argentina
  • Armenia
  • Aruba
  • Australia
  • Austria
  • Azerbaijan
  • Bahamas
  • Bahrain
  • Bangladesh
  • Barbados
  • Belarus
  • Belgium
  • Belize
  • Benin
  • Bermuda
  • Bhutan
  • Bolivia
  • Bosnia and Herzegovina
  • Botswana
  • Brazil
  • Brunei Darussalam
  • Bulgaria
  • Burkina Faso
  • Burundi
  • Cambodia
  • Cameroon
  • Canada
  • Cape Verde
  • Cayman Islands
  • Central African Republic
  • Chad
  • Chile
  • China (People’s Republic of)
  • Chinese Taipei
  • Colombia
  • Comoros
  • Congo
  • Cook Islands
  • Costa Rica
  • Croatia
  • Cuba
  • Cyprus
  • Czech Republic
  • Côte d'Ivoire
  • Democratic People's Republic of Korea
  • Democratic Republic of the Congo
  • Denmark
  • Djibouti
  • Dominica
  • Dominican Republic
  • Ecuador
  • Egypt
  • El Salvador
  • Equatorial Guinea
  • Eritrea
  • Estonia
  • Ethiopia
  • European Union
  • Faeroe Islands
  • Fiji
  • Finland
  • Former Yugoslav Republic of Macedonia (FYROM)
  • France
  • French Guiana
  • Gabon
  • Gambia
  • Georgia
  • Germany
  • Ghana
  • Gibraltar
  • Greece
  • Greenland
  • Grenada
  • Guatemala
  • Guernsey
  • Guinea
  • Guinea-Bissau
  • Guyana
  • Haiti
  • Honduras
  • Hong Kong, China
  • Hungary
  • Iceland
  • India
  • Indonesia
  • Iraq
  • Ireland
  • Islamic Republic of Iran
  • Isle of Man
  • Israel
  • Italy
  • Jamaica
  • Japan
  • Jersey
  • Jordan
  • Kazakhstan
  • Kenya
  • Kiribati
  • Korea
  • Kuwait
  • Kyrgyzstan
  • Lao People's Democratic Republic
  • Latvia
  • Lebanon
  • Lesotho
  • Liberia
  • Libya
  • Liechtenstein
  • Lithuania
  • Luxembourg
  • Macao (China)
  • Madagascar
  • Malawi
  • Malaysia
  • Maldives
  • Mali
  • Malta
  • Marshall Islands
  • Mauritania
  • Mauritius
  • Mayotte
  • Mexico
  • Micronesia (Federated States of)
  • Moldova
  • Monaco
  • Mongolia
  • Montenegro
  • Montserrat
  • Morocco
  • Mozambique
  • Myanmar
  • Namibia
  • Nauru
  • Nepal
  • Netherlands
  • Netherlands Antilles
  • New Zealand
  • Nicaragua
  • Niger
  • Nigeria
  • Niue
  • Norway
  • Oman
  • Pakistan
  • Palau
  • Palestinian Administered Areas
  • Panama
  • Papua New Guinea
  • Paraguay
  • Peru
  • Philippines
  • Poland
  • Portugal
  • Puerto Rico
  • Qatar
  • Romania
  • Russian Federation
  • Rwanda
  • Saint Helena
  • Saint Kitts and Nevis
  • Saint Lucia
  • Saint Vincent and the Grenadines
  • Samoa
  • San Marino
  • Sao Tome and Principe
  • Saudi Arabia
  • Senegal
  • Serbia
  • Serbia and Montenegro (pre-June 2006)
  • Seychelles
  • Sierra Leone
  • Singapore
  • Slovak Republic
  • Slovenia
  • Solomon Islands
  • Somalia
  • South Africa
  • South Sudan
  • Spain
  • Sri Lanka
  • Sudan
  • Suriname
  • Swaziland
  • Sweden
  • Switzerland
  • Syrian Arab Republic
  • Tajikistan
  • Tanzania
  • Thailand
  • Timor-Leste
  • Togo
  • Tokelau
  • Tonga
  • Trinidad and Tobago
  • Tunisia
  • Turkey
  • Turkmenistan
  • Turks and Caicos Islands
  • Tuvalu
  • Uganda
  • Ukraine
  • United Arab Emirates
  • United Kingdom
  • United States
  • United States Virgin Islands
  • Uruguay
  • Uzbekistan
  • Vanuatu
  • Venezuela
  • Vietnam
  • Virgin Islands (UK)
  • Wallis and Futuna Islands
  • Western Sahara
  • Yemen
  • Zambia
  • Zimbabwe
  • Topics list