Environment Directorate

I Governi dei paesi dell’OCSE intensificano la cooperazione contro il terrorismo chimico

 

Nell'ambito di un approccio destinato a proteggere i cittadini dai rischi di attentati terroristici contro gli impianti chimici, i governi dei paesi dell’OCSE intendono esaminare i mezzi per scambiare e rendere pubbliche le informazioni sulla sicurezza chimica.


Il sottogruppo dell’OCSE sugli incidenti chimici si riunirà in novembre per studiare le possibilità di dare effetto alle raccomandazioni emesse da un gruppo di lavoro dell’OCSE che si è recentemente riunito a Roma su invito del Ministero italiano dell’interno, con il patrocinio delle organizzazioni delle Nazioni Unite che lavorano sulla gestione dei prodotti chimici (Organizzazione mondiale della sanità, Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente, Organizzazione marittima internazionale, Organizzazione per i il divieto delle armi chimiche, Commissione economica per l'Europa delle Nazioni Unite) e della Nato.


I 120 esperti dei Paesi Membri dell’OCSE e dei Paesi non membri riuniti in tale occasione hanno fatto il punto sulla divulgazione di informazioni e la comunicazione sui rischi degli impianti chimici alla luce delle minacce delle emissioni volontarie di sostanze chimiche. Le discussioni hanno interessato in particolare l’equilibrio da rispettare tra la necessità d’informare le popolazioni circostanti sui rischi degli impianti di prodotti chimici e sulla prevenzione dello sfruttamento di tali informazioni da terroristi per preparare attentati chimici.

Gli esperti hanno formulato le seguenti raccomandazioni:

  • I governi dovrebbero rafforzare la condivisione delle informazioni sulla sicurezza chimica che riguardano i provvedimenti di preparazione ed intervento applicabili alle minacce chimiche.
  • Imprese e poteri pubblici dovrebbero informare il pubblico sui possibili effetti delle emissioni di sostanze chimiche provocati da atti volontari. La presa di decisione relativa al trattamento di tale tipo di rischio contribuisce a migliorare il dispositivo di prevenzione, di preparazione ed intervento.
  • L'autorità dovrebbero predisporre procedure che consentano di determinare se la divulgazione di informazioni su determinate attività abbiano per effetto di ridurre o di accrescere il rischio di sfruttamento di tali attività a fini terroristici.
  • In cooperazione con le competenti organizzazioni intergovernative, i Paesi dovrebbero formare alla comunicazione sui rischi per la sanità coloro che sono chiamati a partecipare ad interventi in caso di emissioni volontarie di sostanze chimiche.

           
  il Sottogruppo dellOCSE sugli incidenti chimici si riunirà a Parigi dal   5 al 7 novembre 2003 per decidere di approcci pratici per dare un seguito a tali raccomandazioni. Per altre informazioni, i giornalisti possono contattare
 Marie-Chantal Huet, Direction de l'environnement dell'OCSE (tel. 33 1 45 24 79 03).

 

 

 

Also Available

Countries list

  • Afghanistan
  • Albania
  • Algeria
  • Andorra
  • Angola
  • Anguilla
  • Antigua and Barbuda
  • Argentina
  • Armenia
  • Aruba
  • Australia
  • Austria
  • Azerbaijan
  • Bahamas
  • Bahrain
  • Bangladesh
  • Barbados
  • Belarus
  • Belgium
  • Belize
  • Benin
  • Bermuda
  • Bhutan
  • Bolivia
  • Bosnia and Herzegovina
  • Botswana
  • Brazil
  • Brunei Darussalam
  • Bulgaria
  • Burkina Faso
  • Burundi
  • Cambodia
  • Cameroon
  • Canada
  • Cape Verde
  • Cayman Islands
  • Central African Republic
  • Chad
  • Chile
  • China (People’s Republic of)
  • Chinese Taipei
  • Colombia
  • Comoros
  • Congo
  • Cook Islands
  • Costa Rica
  • Croatia
  • Cuba
  • Cyprus
  • Czech Republic
  • Côte d'Ivoire
  • Democratic People's Republic of Korea
  • Democratic Republic of the Congo
  • Denmark
  • Djibouti
  • Dominica
  • Dominican Republic
  • Ecuador
  • Egypt
  • El Salvador
  • Equatorial Guinea
  • Eritrea
  • Estonia
  • Ethiopia
  • European Union
  • Faeroe Islands
  • Fiji
  • Finland
  • Former Yugoslav Republic of Macedonia (FYROM)
  • France
  • French Guiana
  • Gabon
  • Gambia
  • Georgia
  • Germany
  • Ghana
  • Gibraltar
  • Greece
  • Greenland
  • Grenada
  • Guatemala
  • Guernsey
  • Guinea
  • Guinea-Bissau
  • Guyana
  • Haiti
  • Honduras
  • Hong Kong, China
  • Hungary
  • Iceland
  • India
  • Indonesia
  • Iraq
  • Ireland
  • Islamic Republic of Iran
  • Isle of Man
  • Israel
  • Italy
  • Jamaica
  • Japan
  • Jersey
  • Jordan
  • Kazakhstan
  • Kenya
  • Kiribati
  • Korea
  • Kuwait
  • Kyrgyzstan
  • Lao People's Democratic Republic
  • Latvia
  • Lebanon
  • Lesotho
  • Liberia
  • Libya
  • Liechtenstein
  • Lithuania
  • Luxembourg
  • Macao (China)
  • Madagascar
  • Malawi
  • Malaysia
  • Maldives
  • Mali
  • Malta
  • Marshall Islands
  • Mauritania
  • Mauritius
  • Mayotte
  • Mexico
  • Micronesia (Federated States of)
  • Moldova
  • Monaco
  • Mongolia
  • Montenegro
  • Montserrat
  • Morocco
  • Mozambique
  • Myanmar
  • Namibia
  • Nauru
  • Nepal
  • Netherlands
  • Netherlands Antilles
  • New Zealand
  • Nicaragua
  • Niger
  • Nigeria
  • Niue
  • Norway
  • Oman
  • Pakistan
  • Palau
  • Palestinian Administered Areas
  • Panama
  • Papua New Guinea
  • Paraguay
  • Peru
  • Philippines
  • Poland
  • Portugal
  • Puerto Rico
  • Qatar
  • Romania
  • Russian Federation
  • Rwanda
  • Saint Helena
  • Saint Kitts and Nevis
  • Saint Lucia
  • Saint Vincent and the Grenadines
  • Samoa
  • San Marino
  • Sao Tome and Principe
  • Saudi Arabia
  • Senegal
  • Serbia
  • Serbia and Montenegro (pre-June 2006)
  • Seychelles
  • Sierra Leone
  • Singapore
  • Slovak Republic
  • Slovenia
  • Solomon Islands
  • Somalia
  • South Africa
  • South Sudan
  • Spain
  • Sri Lanka
  • Sudan
  • Suriname
  • Swaziland
  • Sweden
  • Switzerland
  • Syrian Arab Republic
  • Tajikistan
  • Tanzania
  • Thailand
  • Timor-Leste
  • Togo
  • Tokelau
  • Tonga
  • Trinidad and Tobago
  • Tunisia
  • Turkey
  • Turkmenistan
  • Turks and Caicos Islands
  • Tuvalu
  • Uganda
  • Ukraine
  • United Arab Emirates
  • United Kingdom
  • United States
  • United States Virgin Islands
  • Uruguay
  • Uzbekistan
  • Vanuatu
  • Venezuela
  • Vietnam
  • Virgin Islands (UK)
  • Wallis and Futuna Islands
  • Western Sahara
  • Yemen
  • Zambia
  • Zimbabwe
  • Topics list