Directorate for Employment, Labour and Social Affairs

Lavoro per gli immigrati

L'integrazione nel mercato del lavoro in Italia

Published on July 07, 2014

Also available in: English

book

Fino alla metà degli anni Novanta, la percentuale degli immigrati in Italia era relativamente bassa nel confronto internazionale. L’immigrazione verso l’Italia è cresciuta rapidamente durante gli ultimi quindici anni. Tale crescita è riconducibile a una persistente domanda di lavoratori stranieri per posti di lavoro poco qualificati e poco remunerati, alla vicinanza delle zone di conflitto e all’allargamento dell’Unione europea alla Romania e la Bulgaria, avvenuto nel 2007. Questo rapporto presenta una visione d’insieme delle competenze e delle qualifiche degli immigrati in Italia, dei loro principali risultati nel mercato del lavoro paragonati a quelli degli altri Paesi a livello internazionale e della loro evoluzione nel tempo, tenendo conto della forte segmentazione del mercato del lavoro italiano e dell’alta percentuale di posti di lavoro informali.

Il rapporto analizza la struttura di riferimento e i principali strumenti d’intervento per l’integrazione. Dedica una particolare attenzione al finanziamento e alla distribuzione delle competenze tra responsabili a livello nazionale e subnazionale. Infine, esamina l’integrazione scolastica e la transizione scuola-lavoro dei figli degli immigrati
 

TABLE OF CONTENTS

Prefazione e Ringraziamenti
Acronimi e abbreviazioni
Sintesi
Valutazioni e raccomandazioni
Caratteristiche degli immigrati e i loro risultati nel mercato del lavoro
Il quadro per l'integrazione in Italia
Il mercato del lavoro in Italia e l'integrazione degli immigrati
Politiche per l'integrazione degli immigrati in Italia
L'integrazione dei figli degli immigrati
Allegati2 chapters available
Dati regionali sulla popolazione degli immigrati e dei loro figli
Uso dei dati delle Comunicazioni Obbligatorie nel rapporto
Powered by OECD iLibrary