Development

I Ministri della cooperazione allo sviluppo dei Paesi dell'OCSE si riuniscono a Parigi il 15 e il 16 aprile per esaminare le politiche di aiuto

 

31/03/2004 - Il Comitato di Aiuto allo Sviluppo (CAD) dell'OCSE al quale partecipano  i principali donatori del mondo, si riunisce a Parigi nei giorni 15 e 16 aprile per esaminare gli ultimi dati disponibili sulle politiche d'aiuto allo sviluppo e il livello dei risultati ottenuti rispetto agli obiettivi fissati dalle Nazioni Unite nell'ambito dell'iniziativa del "Millennio per lo Sviluppo".

La riunione ad alto livello del CAD riunirà Ministri, alti funzionari dei paesi dell'OCSE e   rappresentanti della Banca mondiale, del Fondo monetario internazionale e del Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo. Il Presidente del DAC, Richard Manning, terrà una conferenza stampa alla chiusura della riunione, venerdì 16 aprile alle ore 14:30, presso la sede dell'OCSE.

Il dibattito verterà sul ruolo che i donatori internazionali possono svolgere per migliorare il  controllo e il funzionamento dei sistemi di sicurezza nei Paesi in via di sviluppo. Le lacune delle forze di polizia,  la mancanza di controllo sulle forze armate da parte delle autorità civili, la debolezza dei sistemi giudiziari e penali e la corruzione sono tutti fattori che intralciano lo sviluppo umano ed economico. La quota degli aiuti destinati a fornire una risposta immediata alle situazioni d'emergenza umanitarie è passata dal 3% negli anni ottanta a quasi il 10% nell'ultimo periodo rispetto agli aiuti destinati a finanziare progetti e programmi di sviluppo con obiettivi di lungo termine. I Ministri dovranno esaminare la questione dei mezzi di cui dispongono i Governi dei paesi dell'OCSE per attuare politiche coordinate in modo più adeguato per migliorare il funzionamento delle forze armate, della polizia e delle istituzioni giudiziarie e penali nei Paesi e nelle regioni in via di sviluppo per contribuire a una buona gestione degli affari pubblici e al rispetto dello Stato di diritto.

I Ministri esamineranno anche la questione del miglioramento dell'efficienza degli aiuti, senza perdere di vista la necessità di sostenere le specifiche priorità degli stessi Paesi in via di sviluppo e dei loro sistemi. Un coordinamento più stretto bilaterale e multilaterale fra donatori e  beneficiari è essenziale per snellire gli aspetti amministrativi delle politiche d'aiuto allo sviluppo. I partecipanti alla riunione faranno il punto sui progressi compiuti in questo settore in previsione del Forum ad alto livello che si svolgerà in Francia su questo argomento all'inizio del prossimo anno.

Helen Fisher (tel: + 33 [0] 1 45 24 80 97) potrà rispondere a richieste d'informazioni più dettagliate. Gli incontri con la stampa potranno essere organizzati su richiesta, esclusivamente nell'ambito della riunione che durerà due giorni. I giornalisti che desiderano iscriversi alla conferenza stampa o altre informazioni sono invitati a rivolgersi alla Division des relations avec les médias dell'OCSE (tel: + 33 [0]1 45 24 97 00).

 

 

 

Also Available