Share

Corporate governance

Italia: la riforma del mercato dei capitali potenzierà le opportunità di crescita di aziende e risparmiatori

 

31/01/2020 - Le riforme strutturali adottate in Italia negli ultimi anni hanno migliorato la situazione finanziaria del settore delle imprese e contribuito ad una graduale ripresa economica. Le performance dell’economia italiana, tuttavia, sono ancora inferiori a quelle di altre grandi economie europee. Secondo un nuovo rapporto dell’OCSE, un migliore funzionamento del mercato dei capitali contribuirà ad accrescere gli investimenti nell'economia reale, creando occupazione e migliorando la produttività.

Il rapporto OECD Capital Market Review of Italy attesta che le riforme del quadro istituzionale e normativo offriranno alle aziende condizioni migliori di finanziamento per gli investimenti di lungo termine e maggiori opportunità alle famiglie per diversificare il risparmio, traendo vantaggio dai successi delle imprese italiane.

In Italia, il mercato dei capitali è meno sviluppato rispetto a molte altre economie avanzate. Nell'ultimo decennio, meno di quattro aziende all'anno si sono quotate sul mercato regolamentato della Borsa Italiana e il rapporto percentuale tra capitalizzazione di mercato e PIL registrato in Italia è nettamente inferiore a quello degli altri grandi Paesi europei. Alla fine del 2018, il valore totale delle azioni italiane quotate era pari a solo il 31% del PIL, un valore nettamente inferiore a quello registrato in Germania (46%) e in Francia (88%).

"La riforma del mercato dei capitali consentirà di sviluppare appieno il potenziale dell'economia italiana, favorendo una crescita sostenibile" dichiara il Segretario Generale dell'OCSE Angel Gurría, in occasione della presentazione del rapporto, in presenza del Ministro dell'Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri e del Vicepresidente esecutivo della Commissione europea Valdis Dombrovskis, a Roma. "Ridurre al minimo i fattori di incertezza di natura economica, sociale e politica permetterà al contempo di trarre il massimo beneficio dalle riforme e di consolidare la fiducia di imprenditori, investitori e famiglie".

Il rapporto rivela che l’Italia è una delle grandi economie europee che presenta la percentuale più elevata di aziende a forte crescita (23%). Tuttavia, le aziende a forte crescita sono ancora troppo poco numerose rispetto al gran numero di piccole imprese caratterizzate da scarsa produttività. Un maggiore sviluppo dei mercati dei capitali fornirebbe alle aziende le risorse finanziarie destinate a investimenti e crescita, consentendo loro di raggiungere dimensioni concorrenziali decisive, sottolinea il rapporto dell’OCSE.

La dipendenza delle imprese italiane dai finanziamenti dei debiti è ancora molto elevata. Inoltre, il 40% del loro attivo è in generale finanziato da debiti a breve termine, una percentuale nettamente più elevata rispetto alle altre aziende europee. Tale situazione limita gli investimenti destinati alla crescita e aumenta la vulnerabilità del settore non finanziario a fronte di shock macroeconomici. Un accesso facilitato al capitale di lungo termine (capitale azionario e obbligazioni societarie a più lungo termine) e un’allocazione più efficiente di tale capitale permetterebbero alle aziende di assumere maggiori rischi strategici. Ciò potenzierà la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione, migliorando al contempo la produttività del capitale umano e del capitale fisso delle imprese italiane.

Il rapporto afferma che la maggior parte degli investimenti sui mercati dei capitali mondiali è effettuata da grandi investitori istituzionali che privilegiano strategie di investimento passive basate su indici predefiniti. Gli investitori istituzionali internazionali, tuttavia, investono relativamente poco in Italia e una delle ragioni è legata al fatto che la quota di flottante delle imprese italiane quotate presenta un livello relativamente basso rispetto a quanto avviene nella maggior parte dei mercati più sviluppati. Favorire l'aumento della quota di flottante in Italia è quindi essenziale per consentire alle aziende di attrarre maggiori flussi di capitali provenienti dagli investitori istituzionali internazionali.

Il rapporto OECD Capital Market Review of Italy, con i principali risultati e le raccomandazioni, è disponibile all'indirizzo http://www.oecd.org/corporate/OECD-Capital-Market-Review-Italy.htm.

Per ulteriori informazioni, i giornalisti possono contattare il Media Office dell’OCSE (tel. + 33 1 45 24 97 00).

 

L’OCSE è un forum strategico internazionale che promuove politiche destinate a migliorare il benessere economico e sociale dei cittadini nel mondo, collaborando con oltre 100 Paesi.  

 

Related Documents