Il nostro raggio di azione globale

Lo sapevate?
    • Dal 2010, sei nuovi Paesi sono diventati membri dell’OCSE.
    • La Colombia è diventata il 37° Paese membro.
    • Circa l’80% del commercio e degli investimenti mondiali è riconducibile ai Paesi membri e ai Partner principali.

L’OCSE riunisce Paesi membri e Partner che collaborano sui principali temi globali a livello nazionale, regionale e locale. Tramite le nostre norme e le nostre iniziative, il nostro lavoro contribuisce a orientare e a attuare le riforme in oltre 100 Paesi nel mondo, e si fonda sulla nostra esperienza collettiva e sui nostri valori comuni.

Paesi membri

Oggi, l’OCSE riunisce 37 Paesi membri di tutto il mondo, dall’America settentrionale all’America Latina, dall’Europa all’Asia del Pacifico. I Paesi sono rappresentati dagli ambasciatori che siedono al Consiglio dell’OCSE, il quale supervisiona ed emette pareri sul nostro operato, secondo i termini definiti dalla Convenzione dell’OCSE. I paesi membri collaborano con i nostri esperti e con le delegazioni di altri Paesi, diffondono i nostri dati e le nostre analisi e svolgono un ruolo fondamentale nei nostri esami sui Paesi, volti a incoraggiare migliori performance. La Commissione europea partecipa al nostro lavoro, ma non ha diritto di voto.

Si veda l’elenco dei Paesi membri
Paesi
Anno di adesione
Australia flag
Australia
Year of accession 1971
Austria flag
Austria
Year of accession 1961
Belgio flag
Belgio
Year of accession 1961
Canada flag
Canada
Year of accession 1961
Cile flag
Cile
Year of accession 2010
Colombia flag
Colombia
Year of accession 2020
Corea flag
Corea
Year of accession 1996
Danimarca flag
Danimarca
Year of accession 1961
Estonia flag
Estonia
Year of accession 2010
Finlandia flag
Finlandia
Year of accession 1969
Francia flag
Francia
Year of accession 1961
Germania flag
Germania
Year of accession 1961
Giappone flag
Giappone
Year of accession 1964
Grecia flag
Grecia
Year of accession 1961
Irlanda flag
Irlanda
Year of accession 1961
Islanda flag
Islanda
Year of accession 1961
Israele flag
Israele
Year of accession 2010
Italia flag
Italia
Year of accession 1962
Lettonia flag
Lettonia
Year of accession 2016
Lituania flag
Lituania
Year of accession 2018
Lussemburgo flag
Lussemburgo
Year of accession 1961
Messico flag
Messico
Year of accession 1994
Norvegia flag
Norvegia
Year of accession 1961
Nuova Zelanda flag
Nuova Zelanda
Year of accession 1973
Paesi Bassi flag
Paesi Bassi
Year of accession 1961
Polonia flag
Polonia
Year of accession 1996
Portogallo flag
Portogallo
Year of accession 1961
Regno Unito flag
Regno Unito
Year of accession 1961
Repubblica Ceca flag
Repubblica Ceca
Year of accession 1995
Repubblica Slovacca flag
Repubblica Slovacca
Year of accession 2000
Slovenia flag
Slovenia
Year of accession 2010
Spagna flag
Spagna
Year of accession 1961
Stati Uniti flag
Stati Uniti
Year of accession 1961
Svezia flag
Svezia
Year of accession 1961
Svizzera flag
Svizzera
Year of accession 1961
Turchia flag
Turchia
Year of accession 1961
Ungheria flag
Ungheria
Year of accession 1996

Paesi candidati all’OCSE

Diventare un Paese membro dell’OCSE non è una semplice formalità, ma il risultato di un processo sempre più rigoroso. Il Consiglio dell’OCSE, composto di tutti i Paesi membri dell’Organizzazione, decide l’apertura delle discussioni. Le considerazioni per l’apertura del processo di adesione possono farsi sia su iniziativa del Consiglio stesso sia alla ricevuta di una richiesta scritta del Paese interessato alla membership OCSE. Una tabella di marcia è poi adottata dal Consiglio, definendo i termini, le condizioni e il processo per l’adesione. La tabella di marcia definisce gli esami tecnici da sottoporre ai diversi comitati OCSE nelle varie aree di politiche pubbliche per valutare anche la capacità del Paese candidato ad attuare le norme promosse dall’Organizzazione, cosi come le politiche e pratiche in vigore nel Paese vengono paragonate alle pratiche e politiche OCSE nelle stesse aree. Questa fase si conclude spesso con la definizione di una serie di raccomandazioni che il Paese candidato è portato a seguire per allinearsi maggiormente agli standards e buone pratiche OCSE.

Una volta completata la procedura, il Consiglio dell'OCSE decide se invitare o meno il paese candidato a diventarne membro. Viene stipulato un Trattato di Adesione e il paese candidato prende le necessarie disposizioni a livello nazionale, per poi procedere al deposito di uno strumento di adesione alla Convenzione dell'OCSE presso il depositario. Nella data di consegna, il paese diventa ufficialmente membro dell'OCSE.

Con il tempo, il processo di adesione all'OCSE è diventato sempre più rigoroso, giungendo infine a riflettere le competenze proprie dell'organizzazione, il crescente numero di strumenti giuridici adottati e il comprovato vantaggio nel fornire ai paesi candidati una valutazione più approfondita del loro quadro politico allo scopo di incoraggiarne le eventuali riforme.

L’ultimo paese in ordine di tempo ad aderire all'OCSE è stato la Colombia, nell'aprile 2020. Il Costa Rica è stato invitato a diventare un membro dell’OCSE il 15 maggio 2020, la membership prenderà effetto una volta depositato lo strumento di adesione alla convenzione OCSE.

Si veda l’elenco dei Paesi candidati all’adesione
Paesi
Costa Rica flag
Costa Rica
Year of accession

Partner principali

L’OCSE lavora in stretta collaborazione con i Paesi partner principali che comprendono alcune delle più grandi economie del mondo: Brasile, Cina, India, Indonesia e Sudafrica. Questi Paesi partecipano al lavoro quotidiano dell’OCSE, fornendo prospettive utili e aumentando la pertinenza dei dibattiti orientativi. I Paesi Partner principali partecipano alle discussioni orientative nei comitati dell’OCSE, agli esami periodici condotti dall’OCSE e sono inseriti nelle banche dati statistiche.

I Programmi di lavoro congiunti sono stati sviluppati con il Brasile, la Cina e l’Indonesia a partire dal 2014. Programmi simili sono al momento in discussione con l’India e il Sud Africa. Questi programmi congiunti contribuiscono a rafforzare la cooperazione e progressivamente a ravvicinare i Paesi partner principali agli standards dell’OCSE.

Elenco dei partner principali
Paesi
Brasil flag
Brasil
Year of accession
China (República popular de) flag
China (República popular de)
Year of accession
India flag
India
Year of accession
Indonesia flag
Indonesia
Year of accession
Sudáfrica flag
Sudáfrica
Year of accession

Iniziative regionali

Lavoriamo con diversi governi dell’Africa, dell’Eurasia, del Medio Oriente, del Nord Africa, dell’America Latina, dei Caraibi, del Sud-Est asiatico e dell’Europa sudorientale, tramite strategie regionali. Queste iniziative regionali contribuiscono a facilitare l’analisi comparativa dell’azione dei poteri pubblici e lo scambio di buone pratiche tra i Paesi situati nella stessa area geografica, a livello regionale o interregionale. Tali iniziative contribuiscono a sostenere i Paesi nel percorso di adozione di norme riconosciute a livello internazionale e all'attuazione di ambiziosi programmi di riforma, volti a favorire la prosperità e il benessere dei cittadini a livello locale e comunale. I Paesi e le economie non membri possono essere invitati a partecipare alle riunioni OCSE e ai forum internazionali attraverso vari tipi di partenariati. 

Cooperazione specifica per paese

L'OCSE collabora con diversi stati attraverso programmi nazionali e strategie mirate, al fine di aiutarli ad avvicinarsi ai propri standard e direttive in materia di politiche pubbliche. L’OCSE ha inoltre l’obiettivo di sostenere riforme in settori specifici, come la salvaguardia dell'integrità, la lotta alla corruzione, l’amministrazione pubblica, lo stato di diritto e gli investimenti e il clima imprenditoriale. Abbiamo sviluppato e completato con successo due programmi nazionali con il Perù e il Kazakistan. Attualmente, stiamo inoltre implementando due programmi con la Tailandia e il Marocco e discutendo i potenziali progetti futuri con Egitto e Vietnam. Applicando strategie ad hoc per ciascun paese, l'OCSE ha sostenuto la Tunisia (nel 2012) e l'Ucraina (nel 2014) nell'ambito di queste azioni congiunte. Il Centro di Sviluppo dell’OCSE, che riunisce Paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina, facilita il dialogo strategico per e con le economie emergenti e in via di sviluppo. Il Centro fornisce analisi qualificate per il dibattito sulle politiche di sviluppo. L’obiettivo è di aiutare i governi a trovare soluzioni politiche per stimolare la crescita e migliorare la qualità della vita. Inoltre, l’OCSE ospita presso la sua sede, il Club del Sahel e dell’Africa Occidentale (SWAC), una piattaforma internazionale destinata a promuovere le politiche regionali che miglioreranno il benessere economico e sociale nella regione.

Elenco delle regioni
Twitter Facebook LinkedIn Print Email
arrow arrow
Annual report
Discover the
OECD
download
Brochure
Read our
annual report
download